• Cosa significa disinfezione?
La disinfezione è un operazione di igiene volta a tenere sotto controllo e ad eliminare la presenza di virus, batteri e tutti i microrganismi nocivi per la salute, diminuendo nettamente la probabilità di contrarre infezioni virali tramite il contatto con superfici, ambienti e/o oggetti contaminati.
Le disinfezioni degli ambienti vengono svolte, in maniera professionale, in qualsiasi tipologia di luogo: dalle case private agli edifici scolastici, da uffici ed aziende a locali industriali, dai negozi commerciali (o centri commerciali) a strutture ricettive e/o di ristorazione.

Normativa condominio: Di cosa si tratta?

Lo scorso 29 marzo 2020 è entrata in vigore la norma riguardante l’obbligo disinfezione condomini per la tutela, la sicurezza e l’igiene di tutti gli ambienti comuni di un condominio, da effettuare almeno due volte al giorno.

Fase iniziale: prima della disinfezione condominio

Prima di iniziare con l’intervento di disinfezione dovranno essere effettuate altre due operazioni, conosciute con il nome di pulizia e detersione, tramite l’impiego di prodotti specifici, in grado di agire nel rispetto dell’ambiente e della nostra salute.
Sempre nel pieno rispetto verranno scelti i prodotti da utilizzare per la disinfezione di superfici ed ambienti, che dovranno essere conformi alle dovute norme europee su disinfettanti chimici e antisettici.

Quante volte c’è l’obbligo disinfezione condominio?

I rischi di contagio e la frequenza di disinfettare scale, ascensori, portoni e luoghi comuni in condominio, sono anche proporzionali alle dimensioni dello stabile (quanti appartamenti e famiglie vi sono al suo interno?), variando dunque di luogo in luogo. Il trattamento di disinfezione NON viene effettuato una sola volta, bensì in maniera ripetitiva nel tempo: spetta ai condomini e all’amministratore del condominio, valutare le tempistiche tra un intervento e quello successivo ma non possono decidere se effettuarli o meno, in quanto obbligatori.

Domande frequenti sulla disinfezione:

  1. Quali prodotti vengono utilizzati? – I prodotti chimici che vengono utilizzati devono rigorosamente avere azione battericida, micobattericida, tuberculocida, virucida, fungicida, sporicida;
  2. Qual è il metodo più efficace per distribuire il prodotto disinfettante? – Il metodo più efficace per applicare i prodotti è tramite la nebulizzazione con lancia;
  3. Quali superfici possono essere disinfettate? – Le disinfezioni sono efficaci su ogni tipologia di superficie, dalle mura ai soffitti, dai mobili ai pavimenti, ecc.
Vedi anche  Quando è necessario e quando essenziale nominare un revisore contabile condominiale

Luoghi da Sanificare in Condominio: Cosa Prevede il Decreto Legge?

Come letto sopra, il decreto prevede che la disinfezione avvenga almeno due volte al giorno, incentrandosi si:

  • Maniglie dell’androne del condominio
  • Ringhiere e scale
  • Tutti i bottoni nell’ascensore
  • Interruttori presenti negli spazi comuni
  • Corrimano o altre superfici che più facilmente vengono toccate

Questi interventi di pulizia, detersione, sanificazione e disinfezione condomino fa parte della serie di misure preventive, che possono contribuire a ridurre la possibilità di trasmissione della malattia. Dato che il coronavirus viene trasmesso a goccia tramite superfici contaminate, le superfici che vengono usate o toccate più frequentemente hanno maggiori probabilità di trasmettere agenti patogeni, per tale motivo è necessaria una disinfezione frequente.

Inoltre, la disinfezione viene effettuata anche dopo gli annuali interventi di controllo degli infestanti (volatili, insetti e roditori), presenti in ogni struttura condominiale per la gestione e la prevenzione di eventuali infestazioni.

Se abiti in un condominio e, assieme agli altri nuclei delle unità abitative, vuoi richiedere un servizio professionale di disinfezione condominio puoi rivolgerti ad aziende certificate e specializzate nel settore!