Ammodernamento Ascensori

Ammodernamento Ascensori: come vengono ripartite le spese condominiali?

Le cabine degli ascensori hanno bisogno di essere restaurate periodicamente per mantenere alti gli standard di efficienza. Un aspetto da non trascurare, infatti, è che gli ascensori vengono utilizzati numerosissime volte al giorno e – nonostante la manutenzione ordinaria – possono avere bisogno di interventi più radicali di riparazione.

La manutenzione dell’ascensore condominiale

La cabina di un ascensore può essere considerata il biglietto da visita di un edificio, quindi anche di un condominio. Pensiamo a tutti quei palazzi signorili che ospitano studi professionali importanti: l’ascensore può contribuire a far diminuire o aumentare il prestigio di tutto l’ambiente circostante.

Per questo esistono delle ditte di manutenzione ascensori specializzate nel restauro delle cabine – oltre che nella riparazione di tutti quei meccanismi che ne garantiscono il corretto funzionamento – che si occupano proprio di rendere le cabine accoglienti e bellissime.

L’articolo 15 del DPR 162/99 stabilisce l’obbligo del proprietario di un ascensore di affidarne la manutenzione ordinaria a una ditta specializzata o a un operatore in possesso di certificato di abilitazione. Questo intervento prevede:

  • Visite di manutenzione preventiva: comprende la verifica del corretto funzionamento dei componenti principali dell’impianto e dello stato di conservazione delle funi, oltre alle operazioni di pulizia e lubrificazione delle parti.
  • Visite finalizzate alla verifica dell’integrità e dell’efficienza di tutti i dispositivi: da questo dipende la sicurezza dell’ascensore, pertanto vengono controllati anche i sistemi d’allarme.

Chi paga il restauro degli ascensori condominiali?

L’articolo 1124 del Codice Civile prevede che tutti i proprietari di unità immobiliari all’interno di un condominio debbano provvedere alle riparazioni o sostituzioni delle scale e degli ascensori proporzionalmente al valore delle singole unità immobiliari e all’altezza di ciascun piano dal suolo.

Questo significa che qualsiasi intervento di restauro, riparazione o manutenzione straordinaria debba essere deciso da tutti i condomini: solamente i proprietari di immobili situati al piano terra possono richiedere l’esonero dal pagamento di suddette spese, a patto però che venga emanata una specifica delibera in tal senso.


cappotto termico

Riqualificazione Energetica con Cappotto Termico

Isolamento a Cappotto per Condomini

La sicurezza all’interno dei condomini viene stabilita e regolata secondo le norme in vigore previste dalla legge. Per quanto riguarda la sicurezza antisismica ad esempio, esistono delle apposite misure da prendere obbligatoriamente per garantire la salvaguardia di persone ed edifici.
Una di queste è il capotto termico e antisismico, ideato appositamente per rendere idonei tutti gli edifici già esistenti che non posseggono i corretti requisiti di sicurezza.isolamento a cappotto antisismico

Infatti, non è raro scoprire che una larga percentuale degli stabili, sia privati che pubblici, in Italia non siano conformi alle norme imposte dalla legge per quanto riguarda la sicurezza. Molti i fatti di cronaca che vedono protagonisti edifici mal costruiti a causa della corruzione nel nostro paese, ridotti in polvere da eventi sismici.
E’ dunque fondamentale assicurare la sicurezza contro terremoti e forti intemperie


Cos’è il cappotto termico?

Il cappotto termico è un rivestimento, esterno o interno, che può essere applicato a qualsiasi tipologia di superficie. La sua grande resistenza fa si che il materiale rimanga inalterato nel tempo, reagendo bene ad ogni genere di intemperie.cappotto termico esterno

I vantaggi di questa copertura ad azione termica ed antisismica sono evidenti: il cappotto impedisce ogni tipo di infiltrazione, non necessita di alcuna manutenzione, la posa è a prova di errore ed il risultato finale non intacca in alcun modo l’estetica dello stabile.
Ovviamente questa soluzione non vale solo per i condomini ma risulta altamente efficace anche per edifici commerciali, industriali e/o pubblici.

Quanto costa il cappotto termico?

In genere questa soluzione viene adottata dalle palazzine, ammortizzando tra tutti i Condòmini i costi totali di acquisto e posa del rivestimento. Un costo totale standard non esiste, verrà calcolato in base alle dimensioni in mq del condominio o lo stabile in questione.

– Detrazione fiscale (IRPEF) del 75%

Questo rivestimento è soggetto ad una detrazione fiscale del 75%

– Possibilità di Finanziamento fino a 10 anni

Per incontrare le esigenze di tutti è possibile scegliere l’opzione del finanziamento, qualora la ditta fornitrice del cappotto termico lo preveda, e ammortizzare i costi dilazionandoli nel tempo.


 
 
CHIAMA SUBITO 0694802303
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

0694802303