Quando è necessario e quando essenziale nominare un revisore contabile condominiale

Quando è necessario e quando essenziale nominare un revisore contabile condominiale

Quando è necessario e quando essenziale nominare un revisore contabile condominiale

imprendo No Comment
Amministratore di condominio

Nel 2012 è stata introdotta dalla legge n. 220 la figura del revisore contabile condominiale, ruolo essenziale per la valutazione di alcune pratiche finanziarie del condominio.

Le funzioni del revisore contabile condominiale

Il revisore contabile condominiale è un professionista che viene chiamato in specifiche situazioni a controllare l’operato economico e finanziario effettuato da un amministratore di un condominio. Sebbene sia una figura molto importante, la normativa non ha specificato alcuni aspetti tecnici e contabili, ma ha chiarito molto bene il suo ruolo e le sue funzioni sono state ben definite. Le verifiche che effettua sono su un periodo di tempo specifico e mai superiore ai 10 anni. Una volta che ha assunto la sua funzione ha libero accesso agli atti condominiali e ad ogni documento relativo alla pratica di cui si sta occupando. Se ad esempio un amministratore di condominio a Torino fosse a conoscenza di documenti utili ha il dovere di collaborare al fine di favorire la revisione.

Il revisore contabile condominiale può essere nominato anche per più esercizi finanziari e la legge disciplina anche i suoi limiti. Ad esempio non può esaminare ripartizioni per delibere già approvate. In questo caso provvede esclusivamente alla verifica della validità della delibera, controllando ad esempio le deleghe ed i millesimi utili al voto.
La questione della delibera è molto importante. Uno dei suoi compiti è quello di valutare le scelte di carattere economico effettuate dall’amministratore nel caso di delibere non ancora approvate dall’assemblea condominiale. Se le delibere sono state approvate il revisore contabile non può esaminare le scelte, ma deve limitarsi a controllare la fondatezza di alcune spese esaminando i documenti.

Da chi è nominato e a chi spetta pagarlo?

Il revisore contabile condominiale viene nominato dall’assemblea condominiale al fine di controllare la situazione economica del condominio e riferire alla stessa eventuali problemi o informazioni utili.
Il diritto di nominarlo spetta all’assemblea quando questa ritiene che ve ne sia la necessita ed è possibile nominarlo anche più volte in un anno. Il revisore contabile condominiale non ha la funzione di essere un accusatore o un giudice nei confronti di un amministratore, ma bensì armonizza il confronto tra l’amministrazione e l’assemblea su una delle discussioni spesso più accese ovvero quella delle spese. L’amministratore non è sotto accusa se questo viene nominato.

Quando l’assemblea delibera a maggioranza dei millesimi la nomina di un revisore condominiale contabile, la sua fattura deve essere saldata dall’insieme dei condomini. Ogni condomino può mettere a verbale la sua opinione negativa, ma la decisione della nomina spetta comunque alla maggioranza. Se non vi è la maggioranza dei millesimi, l’amministratore è obbligato dalla legge a rifiutare la nomina. Essendo i documenti relativi alle spese condominiali accessibili a tutti i condomini, ognuno ha comunque il diritto di farli valutare ad un revisore e lo stesso vale se per un gruppo di condomini, ma in questo caso la sua prestazione sarà pagata esclusivamente da chi fa richiesta dei suoi servizi.

Quando è essenziale nominarlo?

A volte non è necessario che sussista un dubbio su qualche irregolarità. Ad esempio viene nominato se un amministratore di condominio Torino necessita di una consulenza per revisionare lo stato dei conti e delle ripartizioni. Ciò si verifica spesso quando un nuovo amministratore viene nominato al fine di controllare le spese ed avere una panoramica completa e precisa sullo stato dei conti.
L’assemblea condominiale nomina il revisore nel caso vi sia il sospetto che sussistano elementi incongruenti o errori in bilanci già approvati ed anche quando vige il dubbio che l’amministratore si sia macchiato del crimine di appropriazione indebita ai danni dei condomini.
In diverse situazioni è l’autorità giudiziaria a formulare richieste di consulenze al revisore contabile per esprimersi su alcune questioni.

CB Amministrazioni
Sede Torino

Via Ascanio Sobrero, 20 – Torino
Tel: +39 011 4733900
Sede Milano
Corso Sempione, 39 – Milano
Tel: +39 02 36728919

 
 
CHIAMA SUBITO 0694802303
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

0694802303